CH_Project_BU Buildings_Unterwerk Oerlikon

Centrale elettrica della città di Zurigo - sottostazione Oerlikon

Approvvigionamento energetico sicuro per 400'000 abitanti per i prossimi 100 anni

Grazie alla sottostazione Oerlikon, Zurigo è dotata di una fonte di energia elettrica più stabile con una riduzione delle emissioni di CO2 per le prossime generazioni.

Zurigo è in una grande fase espansiva ed è una delle città svizzere che stanno crescendo più in fretta. Per fornire costantemente elettricità agli oltre 400’000 abitanti di Zurigo, le reti elettriche devono essere molto stabili e offrire sufficiente capacità. Per ampliare la capacità di rete, la centrale elettrica della città di Zurigo (ewz) ha avviato un progetto per la creazione di una nuova sottostazione che, conformemente agli standard moderni, avrà la finalità di trasformare la tensione da 150 kV in 22 kV.

Poiché le superfici edificabili libere scarseggiano a Zurigo, ewz ha accettato la sfida di costruire la sottostazione Oerlikon su tre piani sotterranei.  Inoltre, sopra alla sottostazione è stato realizzato un edificio con guardaroba, uffici, sale di formazione e di ricreazione. Poiché gran parte della costruzione è sotterranea, il progetto ha richiesto eccellenti tecniche per quanto concerne le opere di ingegneria civile. Nella sottostazione Oerlikon è stato impiegato un nuovo sistema di isolamento (sviluppato e fornito da ABB). Questo approccio innovativo consente una riduzione fino al 50% dei gas serra per tutta la durata di vita dell’impianto di distribuzione lì in funzione.

CH_Project_BU Buildings_Unterwerk Oerlikon
CH_Project_BU Buildings_Unterwerk Oerlikon

AFRY ha svolto i lavori in veste di pianificatore generale, incarico con una serie di caratteristiche peculiari. Una di queste particolarità è stata ad esempio il cosiddetto «Guckkasten», una sorta di ampia vetrina attraverso la quale i visitatori dell’edificio in superficie possono osservare il funzionamento dei trasformatori interrati. Ad AFRY è stato tra l‘altro commissionato l’impegnativo incarico di progettare la sottostazione in modo tale che i trasformatori riscaldino l’edificio in superficie. Per il contenimento delle acque sotterranee che circondano la costruzione, AFRY ha progettato una struttura a doppia parete, garantendo così a Oerlikon un funzionamento in piena sicurezza. Nel corso delle svariate fasi del progetto hanno lavorato varie squadre con fino a 20 project manager, ingegneri e vario personale tecnico.

Un ulteriore ostacolo da affrontare nel corso del progetto è stato il terreno stesso, che si è rivelato problematico a causa del sottosuolo fragile in questa  regione e dell’alto livello delle falde acquifere. Per questo è stato necessario porre particolare attenzione all’impermeabilizzazione.

Un progetto talmente complesso comporta numerose sfide nel settore geologico e organizzativo. Sotto pressione in termini di tempo e in condizioni davvero difficili siamo riusciti a conseguire i nostri ambiziosi obiettivi. Il progetto è anche un’ottima pubblicità per l’amministrazione comunale, poiché offre alla popolazione l’opportunità di visitare la sottostazione o anche solo di lanciare uno sguardo dalla galleria.

Dati di progetto

Cliente: Centrale elettrica della città di Zurigo (ewz)

Prestazioni: Pianificazione generale, risanamento del terreno contaminato, edilizia del sottosuolo (scavo), edilizia del soprassuolo, progettazione RVCS, direzione dei lavori, misurazione, (risonanza e compressione)

Periodo: 2012-2015

Martin Bachmann
Responsabile area di mercato genio civile, Regione Zurigo

AFRY s’impegna a proteggere i vostri dati e a conservare le informazioni personali in modo sicuro. Trattiamo i dati personali in conformità alle leggi, normative e alla nostra direttiva sulla protezione dei dati.